Libretto Postale Nominativo Ordinario




Il libretto di risparmio postale nominativo ordinaro può essere intestato ad una o a più persone fisiche, fino ad un massimo di quattro, e a persone giuridiche. Non è consentito cointestare un libretto postale ad un maggiorenne e ad un minorenne, così come pure non è consentito cointestare un libretto postale a più minorenni.

I titolari di un libretto postale nominativo ordinario possono chiedere il rilascio della Carta Libretto Postale, completamente gratuita, utile per prelevare dagli sportelli automatici e per versare presso gli uffci postali senza esibire il libretto.

I versamenti possono essere effettuati presso qualunque ufficio postale, esibendo il libretto oppure la Carta Libretto Postale. Non sono consentiti versamenti giornalieri superiori a 2.000.000,00 euro da parte del medesimo intestatario o cointestatario. I prelievi possono invece essere effettuati sia presso gli uffici postali che presso gli sportelli automatici di Poste Italiane. In quest’ultimo caso è previsto un limite giornaliero di 600 euro e un limite mensile di 2.500 euro. In caso di libretto cointestato a più persone, ciascun intestatario può effettuare versamenti e prelievi, anche separatamente.

Sulle somme depositate sul libretto postale nominativo ordinario viene riconosciuto un tasso di interesse al creditore soggetto a variazioni, legate soprattutto al mutamento delle condizioni di mercato. Il tasso vigente può essere consultato sul sito Poste Italiane o presso qualunque ufficio postale. Gli interessi maturati durante l’anno solare vengono accreditati nelle prime settimane dell’anno successivo, fermo restando l’ipotesi di estinzione del libretto. In tal caso all’intestatario viene restituita la somma presente in deposito sul libretto e gli interessi maturati dall’inizio dell’anno e fino al giorno dell’estinzione.